Usa/ La pubblicità se ne va sui telefonini

Crescita ridotta, diminuzione nei periodici, forte calo nei quotidiani e una flessione tutta da spiegare in Internet. Ecco i dati sulla raccolta pubblicitaria nei media statunitensi relativamente al secondo quadrimestre del 2012 e, complessivamente, nei primi sei mesi del 2012, secondo quanto elaborato da Kantar Media e pubblicato su Business Insider. Il calo su internet è a valore: significa che, anche se la pubblicità è in aumento nel digitale, le tariffe scendono e dunque si guadagna meno. A pagare il prezzo della crescita in volumi di Internet è, tra gli altri, il settore dei magazine. In altre parole, cosa fa oggi la gente per ingannare il tempo? Naviga con il portatile a caccia di intrattenimento e informazione.

Business Insider: gli smartphone tolgono pubblicità ai periodici

 

M’interessa perché: 1) è possibile fare un paragone con l’Italia; 2) si vede che anche negli Usa c’è un rallentamento; 3) si cerca di capire dove va la pubblicità dei grandi investitori.

Il punto: capire come mai la gente non compra più periodici, al netto dell’effetto della crisi economica.

Contrassegnato da tag , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...