The Guardian: licenziamento di 100 giornalisti

Si racconta di come al Guardian, prestigioso quotidiano britannico, si debbano tagliare 100 teste di giornalisti, e di come se ne siano presentati volontariamente al capestro solo 30 (non vi fa venire in mente lo Stato di crisi non dichiarato ma strisciante di Condé Nast Italia?). Qui si narra di come il gruppo editoriale abbia dato mandato a una società di tagliatori di teste di individuare quali siano i costi da eliminare, per contenere perdite pesanti. E di quali riflessioni siano state avviate con il sindacato inglese dei giornalisti. Intanto si ricorda che un senior manager del gruppo Guardian ha dichiarato pubblicamente, alcuni mesi fa, che la strategia per il prossimo futuro è quella del digital first e del coinvolgimento di giornalisti non professionisti, reporter dilettanti, fotografi non professionali nella fattura del giornale. Digital firt, la parola d’ordine che risuona ovunque in questi mesi.

Telegraph: The Guardian deve licenziare 100 giornalisti

 

Contrassegnato da tag , , , ,

2 thoughts on “The Guardian: licenziamento di 100 giornalisti

  1. valeriosoldani scrive:

    Interessante. Soprattutto alla luce del dibattito nel mondo del giornalismo UK, che vede la stridente contrapposizione tra il modello “open journalism” tanto decantato dalla dirigenza del Guardian, e le strategie a pagamento parziale “freemium” di Financial Times ed Economist. Emergono i modelli agli antipodi anche nel “roseo” articolo di Tim de Isle su Intelligent Life (http://moreintelligentlife.com/content/ideas/tim-de-lisle/can-guardian-survive) che è in copertina di Internazionale del 5 ottobre scorso.
    Non è poi così opinabile che suonino retorici gli investimenti massicci negli spot per l’altisonante “open journalism” ed i tratti irremovibili della strategia del Guardian. Soprattutto considerando le pesanti perdite pari a oltre 30 milioni di sterline nell’ultimo bilancio annuale, ed i contraccolpi sulle risorse umane.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...