Mondadori France, Condé Nast e i periodici su tablet

In Francia cresce la vendita di tablet, che a Natale 2012 avrebbe superato per la prima volta quella degli smartphone. Le aspettative degli editori sono grandi, come dice Mondadori France: è alle porte una Rivoluzione copernicana dei periodici. C’è interesse per le edizioni dei giornali create appositamente per le tavolette, diverse dalle solite copie digitali che replicano il giornale di carta.

Alla luce di questi dati di vendita gli editori francesi sono in fermento. È noto infatti che i possessori di tablet cercano informazione con i loro apparecchi mobili: dopo la messaggistica e i giochi, le notizie sono la principale ragione d’uso dei tablet. Apparecchi che, si badi bene, vengono usati soprattutto a casa e da tutta la famiglia.

Inoltre le versioni dei giornali per tavoletta sono diverse dalle solite copie replica dei giornali, i pdf, o pidieffoni, come li chiamano i giornalisti tra simpatia e compatimento, e aprono spazio alla sperimentazione e alla vendita di pubblicità.

In Francia, si ricorda nell’articolo di Le Figaro (che potete leggere attraverso il link riportato alla fine di questo post), si prevede che per la fine del 2013 saranno in circolazione 4 milioni e mezzo di tablet, contro i 3 milioni venduti fino a questo momento.

Le Figaro

Mondadori France, per cui parla un dirigente, va bene con l’edizione per tablet di Auto Plus, settimanale leader in Francia nel settore delle auto (pubblicato da Mondadori con Axel Springer, vende oltre 300 mila copie).

Certo, per il momento le copie digitali di quotidiani e riviste sono poche migliaia. Le Monde vende con il digitale il 10%, Libé (Liberation) il 9,2%, ma si tratta di numeri raggiunti soprattutto attraverso i tablet.

La crescita è rapida e ci sono alte aspettative, tanto che si preannuncia una Rivoluzione copernicana dei periodici.

Condé Nast, per esempio, spera in un traino per la pubblicità, che se letta su tablet risulta molto più efficace e bene accetta dagli utenti che sugli smartphone.

Il punto: il tablet come terreno di sviluppo per i periodici.

Le Figaro: Mondadori France, Condé Nast e le aspettative sui tablet

Le Figaro

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...