Copie digitali vendute dei periodici: 3 ragioni per non strapparsi i capelli

Poche sono poche. Ma così poche che viene voglia di guardare più da vicino i dati sul numero delle copie digitali dei settimanali e dei mensili italiani vendute nel febbraio 2013. L’occhio lungo di chi lavora da molti anni nei periodici insegna a veder cose che a voi umani…

I dati Ads sulle copie digitali dei settimanali e mensili, appena usciti, sono deludenti, come avevo scritto senza grande fantasia un mese fa parlando della rilevazione relativa al gennaio 2013, la prima in assoluto fatta in Italia: fino ad allora non erano mai state contate. Sinceramente non era poi un gran problema: prima di quella data erano pochissimi i periodici con un’edizione digitale.

Ecco una prima ragione per non pensare che i periodici abbiano più difficoltà dei quotidiani a vendere copie online: gli editori sono appena entrati nel ring, hanno appena iniziato a proporre questo servizio.

Ma ci sono altre cose che molti non hanno visto. Guardate i titoli dei periodici più venduti nel digitale.

Settimanali 2:13Mensili 2:13

Notato niente? Dai, è facile, anche un bambino saprebbe rispondere, se avesse mamma e papà nel settore. Ecco, gli è che quasi tutti i settimanali e mensili venduti nella dimensione digitale sono di una sola casa editrice: Mondadori. Sorrisi, TuStyle, Grazia, Panorama… Cucina Moderna, Sale & Pepe, Starbene, Cambio, Men’s, Casa Facile, Ciak. Mentre Focus è una rivista imparentata, perché edita da Gruner und Jahr/Mondadori.
Visto? Non è che i periodici facciano fatica a vendere copie digitali. Semplicemente gli editori sono rimasti a bordo campo, tranne uno, il principale in Italia. E non prendete in considerazione D La Repubblica delle donne e Io Donna, i settimanali di Repubblica e Corriere della Sera: vengono dati automaticamente a tutti coloro che si abbonano online ai rispettivi quotidiani, come dimostra il numero di copie vendute, praticamente lo stesso per il quotidiano e il relativo periodico (mi spiego: La Repubblica vende 47.699 copie digitali, D- La Repubblica delle donne vende 47.570 copie, le stesse. Facile no? Non è che i quotidiani siano più avanti e i periodici abbiano più difficoltà).

Ma se gli editori di periodici devono ancora scendere in campo, se perfino Condé Nast sembra in ritardo, allora non c’è da disperare. In Italia succederà qualcosa di simile a quel che avviene negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, dove gli editori di periodici stanno progressivamente aumentando le copie vendute nel digitale. C’è da attendere che si vendano più tablet, l’unico strumento su cui è agevole leggere un settimanale (mentre le notizie del quotidiano le vedi anche sullo smartphone). Ma non hanno fretta, gli editori. Il contrario! Ogni copia digitale in più venduta significa una copia cartacea in meno, il che è una bella fregatura, perché fa sballare tutti i conti (a un editore conviene, per una serie di motivi, tenere in vita il più a lungo possibile la carta). Non a caso l’abbonamento digitale ai periodici di Hearst negli Usa costa più dell’abbonamento cartaceo, apparentemente un controsenso.

Insomma, nonostante questi brutti dati di Ads, gli editori di periodici sembrano aver fretta di risolvere prima altri problemi. Da cui dipende, nel medio periodo, la loro stessa sopravvivenza.

Primaonline: settimanali copie digitali vendute febbraio 2013

Primaonline: mensili copie digitali vendute febbraio 2013

logo_Prima_reasonably_small

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

3 thoughts on “Copie digitali vendute dei periodici: 3 ragioni per non strapparsi i capelli

  1. Geronimo scrive:

    per una serie di motivi, esatto! forse anche per uno soltanto: la miopia delle aziende che ancora investono nella carta stampata godendo della loro immagine in carta straccia ma patinata

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...