Morte dei blog o dei periodici? – Una riflessione di Andrew Sullivan

La polemica sulla fine dei blog. Ripresa da uno dei blogger più famosi, Andrew Sullivan. Un uomo, un brand. Ma la discussione ributta la palla nel terreno dei periodici. Sono i magazine quelli che più risentono della transizione al digitale dell’informazione.

Il post di Sullivan prende le mosse da un articolo di Marc Tracy per New Republic, rivista di politica e cultura con impronta liberal nata nel 1914. Il quale ragiona sulla morte dei blog, la certifica e porta come prova le trasformazioni del blog di Sullivan, The Dish.

We will still have blogs, of course, if only because the word is flexible enough to encompass a very wide range of publishing platforms: Basically, anything that contains a scrollable stream of posts is a “blog.” What we are losing is the personal blog and the themed blog. Less and less do readers have the patience for a certain writer or even certain subject matter.

Avremo ancora blog, naturalmente, perché il mondo è abbastanza capiente da contenere un’ampia gamma di piattaforme di pubblicazione. Di fatto, qualsiasi cosa contenga una pagina scorrevole con una successione di post è un “blog”. Quel che stiamo perdendo è il blog personale e il blog a tema. Sempre di meno i lettori hanno la pazienza di andarsi a leggere un certo autore o di seguire una certa materia, e solo quella.

La risposta di Sullivan ributta la palla nel campo dei periodici (dove lavora Marc Tracy). In sintesi: c’è una ben precisa formula giornalistica che sta morendo a causa del passaggio al digitale, ed è quella dei periodici. Non i blog. Quando ogni pagina di un giornale può essere separata dal suo contenitore, quando i lettori non sono più predisposti ad assorbire un assemblaggio coerente di scritti in una pubblicazione di carta rilegata, ma prendono e scelgono chi leggere online dove storie scritte da singoli e post sovrastano qualsiasi raccolta di contenuti, i magazine che abbiamo conosciuto fino a oggi sono di fatto finiti.

E continua:

… what’s taking the place of magazines are blog-hubs or group-blogs with more links, bigger and bigger ambitions and lower costs. Or aggregated bloggers/writers/galley slave curators designed by “magazines” to be sold in themed chunks.

Quel che sta prendendo il posto dei magazine sono hub di blog o gruppi di blog con sempre più link, ambizioni crescenti e costi più bassi. O curatori “schiavizzati” che aggregano blogger/scrittori/gallery su incarico dei “magazine” allo scopo di rivenderli.

M’interessa perché: 1) si riflette sul futuro dei blog; 2) si descrive una delle ragioni vere per cui è iniziata la crisi dei periodici.

Andrew Sullivan: morte dei blog o dei periodici.

sully-cartoon-2

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

One thought on “Morte dei blog o dei periodici? – Una riflessione di Andrew Sullivan

  1. mcc43 scrive:

    Quanto mi addolora questo post.. ma è meglio sapere di essere in fase terminale!
    Lo constato pure io che la durata dell’attenzione non regge fino alla fine di un post che articola in modo sufficiente un argomento,. Il titolo diventa importante quanto lo è per gli articoli dei quotidiani, per agganciare il lettore almeno fino alla, diciamo 15a, riga E guai se non ci sono le “figure”, tutte quelle parole spaventano al primo sguardo

    Un blog dentro un hub non dà la stessa soddisfazione, a mio parere, anche se dà più visibilità. o almeno l’idea che “conti” di più, che sei del giro.
    La sberla ai blog che trattano argomenti d’attualità l’ha data Facebook, che ha instillato e sfrutta la fretta. Non è una bella cosa, ma tant’è…
    Se ci fossero novità nella tendenza faccelo sapere, mi raccomando.

    ps. complimenti, mi iscrivo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...