Perdere copie ma conquistare mercato – Riflessioni su un editore francese

Il principale editore di periodici francese, Lagardère, punta a guadagnare quote di mercato. A prendere il posto dei suoi concorrenti. Anche se per il momento perde copie e pubblicità. Come tutti

I PERIODICI HANNO FUTURO La notizia su Lagardère aiuta a fare un confronto con l’Italia, a capire che le difficoltà della stampa nel nostro Paese non sono un unicum. Al tempo stesso, l’editore francese fa vedere che si può portare avanti una politica di lanci mirati. Un segnale che il settore, seppur ridimensionato, non sarà smantellato.

RISULTATI IN FRANCIA La società ha registrato nel primo semestre del 2013 una crescita dei ricavi. Dovuta, però, ai risultati delle attività di produzione di audiovideo. E al successo, nel digitale, di due recenti acquisti: il portale di shopping LeGuide.com e il box office virtuale BilletRéduc.com.

I periodici della casa, invece, vedono scendere i ricavi, nei primi sei mesi dell’anno, del 5,6% in Francia. Più in dettaglio, la pubblicità ha perso l’8,8% e le diffusioni si sono contratte del 7,6%.

NUOVI GIORNALI Eppure Lagardère rilancia. Il 3 ottobre presenterà ai lettori francesi una nuova testata, Elle Man. E insiste con le strategie di internazionalizzazione con l’uscita, il 23 settembre, di Elle Australia: una linea, quella di espansione all’estero, seguita dai maggiori editori, dal Gruppo Bauer a Hearst.

FAR MEGLIO DELLA CONCORRENZA Mi colpisce un passaggio dell’articolo che riporto in link a fine post: l’editore francese, seppur in sofferenza con i suoi giornali, conta di ampliare la propria quota di mercato nei periodici. Perché, nella crisi dei consumi e della carta stampata, puoi perdere copie e pubblicità. Ma anche i concorrenti subiscono i colpi della congiuntura. E più bravo è colui che, contenendo le perdite, riesce a sottrarre spazio a chi arretra. Per ripartire da una posizione di vantaggio quando la tempesta sarà passata.

WWD (Condé Nast): perdere copie ma conquistare mercato in Francia.

wwd_logo_lg

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

6 thoughts on “Perdere copie ma conquistare mercato – Riflessioni su un editore francese

  1. Alessandro75 scrive:

    “Per ripartire da una posizione di vantaggio quando la tempesta sarà passata.”

    e se continuasse a piovere?

    Ma Lagardere non ha ceduto a Hearst le versioni internazionali di Elle? Come fa ad aprire in Australia?

    • bach84 scrive:

      Sì, ricorda bene, Lagardere ha venduto ad Hearst i suoi giornali pubblicati nel mondo. Ma ha conservato i marchi Elle e Marie Claire. Dunque la pubblicazione di Elle in Australia è un’operazione che coinvolge l’editore francese, sia come decisione sia come ripartizione degli utili (ne ho scritto, tempo fa). E se poi continua a piovere, ci serve un’arca di Noè! Ma con tecnologia digitale. Scherzi a parte, la tenuta sul mercato è solo una parte dell’opera, poi c’è il necessario sviluppo digitale, senza il quale i giornali, credo, sarebbero un relitto del passato. Lei cosa ne pensa?

      • Alessandro75 scrive:

        Si, è fondamentale ma vedremo in che termini (tutto cambia: vedi Microsoft che compra Nokia).
        Non credo che nel nostro campo valga la celebre frase del Gattopardo «tutto deve cambiare perché tutto resti come prima»!

        Comunque a Roma, il 21 settembe si terrà un evento della FIPP: vedremo che cosa diranno i ns. “soloni” in merito.

        https://www.fippcongress.com/event/delegate_landing.aspx

      • bach84 scrive:

        Da qualche tempo mi sono convinto che tutto cambierà, e non sarà più come prima. Nei prodotti. Per quanto riguarda la mappa di chi comanda: mi arrendo.

  2. Geronimo scrive:

    le speculazioni degli editori non aiutano i giornali né tantomeno i giornalisti, mi pare che qua non si parli del futuro degli editori o sbaglio?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...