Riptide, il grande racconto dei cambiamenti del giornalismo dal 1980 a oggi – Opera multimediale di Nieman Lab

Uno straordinario racconto multimediale con 60 interviste raccolte dal Nieman Journalism Lab dell’università di Harvard. Si intitola Riptide: è l’epica delle grandi trasformazioni provocate dalla diffusione delle tecnologie digitali dal 1980 ai giorni nostri. Parlano i vertici di Google, Aol, Twitter, Wpp, Washington Post, New York Times, Forbes, Cnn.

CAMBIAMENTO EPOCALE Riptide in inglese significa vortice d’acqua, è il punto di scontro tra maree e correnti con direzioni diverse, un fenomeno della natura drammatico e terribile. È quello che sta accadendo al mondo dei media. Questo progetto di racconto corale e multimediale mette insieme le voci dei protagonisti, positivi e negativi, vittoriosi e forse sconfitti, di questa trasformazione epocale. Iniziata nel 1980 con la diffusione del computer nel mondo dei media. Questa straordinaria impresa narrativa, di cui tutti sentivamo il bisogno, magari non consapevole, è stata portata avanti dal Joan Shorenstein Center on The Press Politics And Public Policy e dal Nieman Journalism Lab dell’università di Harvard.

NUOVI PROTAGONISTI Lo abbiamo visto con chiarezza un mese fa: una bandiera del giornalismo, il Washington Post, è passato dalle mani della famiglia che da decenni lo guidava a quelle della nuova aristocrazia della comunicazione, impersonata dal patron di Amazon Bezos. Riptide coglie anche questa onda sociologica, descrivendo il tramonto delle famiglie di miliardari che da un secolo si erano appassionate al grande gioco dei media, comprando quotidiani,radio, tv. E il subentrare della nuova elite, nata e temprata nelle nuove tecnologie digitali: Gates, Zuckerberg, Jobs…

GRANDI DOMANDE Le conseguenze, si spiega nell’introduzione, si vedono nelle domande, note, sul destino del giornalismo, sulla qualità, diffusione, libertà, indipendenza dell’informazione nelle democrazie. Mentre emergono altre forme, innovative e appassionanti, di raccolta e diffusione delle notizie, con il citizen journalism, lo smartphone photojournalism, il crowdsourcing, Twitter…

I PIÙ ESPERTI Solo negli Stati Uniti e nel recinto di una grande università americana poteva nascere il grandioso progetto di sentire i maggiori esperti, anzi, i protagonisti della Riptide. Si tratta del Ceo di Aol Tim Armstrong, di Marty Baron del Washington Post, del creatore di Google News, del Ceo di Twitter, il Ceo di Washington Post Co.,di Will Hearst, Arianna Huffington, Lewis DVorkin di Forbes, il professore Clayton Christensen, Martin Sorrel superboss del Gruppo della pubblicità Wpp, Arthur Sulzberg Jr del Nyt, del fondatore di BuzzFeed… Una lettura appassionante e pressochè infinita.

TI RACCONTO UNA STORIA Ci sono mille ragioni per cui si ascolta una storia. Un’epica serve a spiegare perché siamo qui, qual è l’origine del mondo, il suo significato. Quando poi si tratta di un’epica orale, come le mitologie dell’antichità… Ci voleva un pizzico di sana megalomania per mettere insieme il racconto di quel che ci sta accadendo, per dare una cornice al cambiamento dei media.

Riptide: An oral of the epic collision between journalism And digital technology, 1980t o the present.
Nieman Lab

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...