Italiani sempre più digitali – Indagine di Deloitte

Dovrei chiamare questo post: l’altro post. Come fa l’Espresso, che a ogni numero presenta L’altra copertina; e fa vedere quale avrebbe potuto essere la copertina della settimana se un fatto più importante, o una diversa scelta della direzione, non avesse fatto cambiare idea.

Se avessi trovato maggiore consistenza nella notizia, oggi avrei pubblicato un post sul survey di Deloitte, società di consulenza presente in tutto il mondo, intitolato State of the Media Democracy.

PASSIONE DIGITALE Anticipato ieri da Corriere Economia, il rapporto dice, innanzitutto, che gli italiani sono onnivori di internet. La propensione a usare computer portatili, smartphone e tablet è tra le più alte registrate nei paesi avanzati. Questa è una notizia, perché conferma e rafforza quanto era stato messo in luce quasi un anno fa da una ricerca di Boston Consulting Group, altra grande società di consulenza, sull’entusiasmo degli italiani per i device usati per navigare su internet e il digitale. Forse possiamo dire senza sbagliare che il nostro mercato è promettente per quegli editori che sapranno giocare bene le carte della transizione al nuovo mondo della comunicazione.

INTERNET BATTE LA TV L’altro aspetto, molto importante ma secondario per il mio blog, è che internet è la principale forma di intrattenimento e svago per gli italiani. Ha superato la tv. Terza si piazza la lettura di libri.

TABLET IN ITALIA La terza informazione riguarda la diffusione del tablet nel nostro Paese. Secondo il survey di Deloitte, il 31% degli intervistati, dunque un terzo degli italiani (ma il campione dell’indagine è di 2.000 intervistati), dice di usare ogni giorno i tre principali strumenti per entrare in internet, tutti insieme: portatile, smartphone e tablet. Naturalmente uno può usare il tablet senza possederlo, perché magari ce n’è uno in una famiglia con 4 adulti, tutti a smanettare per qualche ora, a turno. Ma questo dato mi sembra così straordinario da apparire sospetto. A fine maggio 2013 erano stati venduti in Italia 3 milioni 600 mila tablet. Dubito che questo numero sia cresciuto in modo esponenziale, vista la drammaticità della crisi. Dubito non della serietà del survey di Deloitte ma della proiezione del risultato ottenuto con 2.000 intervistati su tutta la popolazione italiana.

Ecco perché questo post è l’altra copertina del giorno. L’altro post.

Deloitte: State of The Media Democracy.

Deloitte

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...