Cosa Perdiamo Se Perdiamo le Copertine delle Riviste

Il potere delle copertine delle riviste, la loro capacità evocativa, il fermo immagine dei momenti importanti. Una presenza che stiamo perdendo. E il diluvio di notizie nel digitale lascia senza orientamento

LA FORZA DELLE COPERTINE È il tema tante volte toccato della “produzione di senso”. Una volta affidata ai mass media. Oggi appannata nella dimensione digitale. Ho letto un post sulla forza delle copertina delle riviste. Lo sappiamo, quando azzeccate, le copertine hanno il potere di rievocare i fatti più di qualsiasi altro media. Anzi, partecipano alla costruzione della memoria. Per questo si dice, con espressione ormai stereotipata, che sono iconiche. Rimangono negli occhi. Anche se trovo patetico il paragone con le copertine dei dischi di vinile. Porta … sfiga. (Soprattutto, è sbagliato).

L’ESSENZIALE Ma il post di cui parlo, dal sapore markettaro, coglie un aspetto che si perde nel diluvio quotidiano di tweet e post: la capacità di andare all’essenziale. Di fissarlo. Siamo persi in un mondo di notizie lillipuziane. La rassegna stampa permanente. E sfugge il senso di quel che avviene.

GIORNALISMO VECCHIO Mi torna in mente un’intervista al giornalista Walter Mariotti, ex direttore del mensile IL del Sole 24 Ore. Un anno fa, su Prima Comunicazione, spiegava perché i periodici di attualità vanno rivisti a fondo. Un’analisi che vale anche oggi.

«Come sono fatti ora (i newsmagazine, ndr) non funzionano più per la semplice ragione che la realtà  ha superato quei mezzi. Se ancora dividi il mondo nelle stesse categorie (economia, primi piani, esteri, spettacoli, eccetera) e declini ancora queste categorie come si faceva vent’anni fa, siamo fritti. È un linguaggio che non funziona più. La realtà  ha combinato e scombinato tutti i piani. È come avere a disposizione una carta geografica senza le coordinate, che ti fa andare dove tu non vorresti. (…). Quindi, bisogna costruire un frame, uno scenario… Basti vedere quel che s’è detto della Concordia…

Per questo continuo a provare ammirazione per le copertine di The Atlantic, mensile americano che ha sviluppato una dimensione digitale di tutto riguardo, tra le poche di successo nei periodici. Riprendo qualche esempio. A me viene subito voglia di leggere.

The Atlantic - Is Facebook Making Us LonelyThe Atlantic - What, Me Marry?

The Atlantic _ The end of Men

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...