La Formula di Axel Springer: Carta e Digitale Insieme

Basta alla divisione carta/digitale. Giornalismo di qualità. Contenuti a pagamento. Previsioni per i prossimi 5 anni. Tutto nell’intervista di Milano Finanza al Ceo di Axel Springer, la prima media company digitale europea

TROVATA LA STRADA Il sottotitolo di questo blog è: cronache da un mondo che non sa dove andare. Chiaramente se trovo qualcuno che sa dove andare, mi sento obbligato a dargli la prima pagina.

Da tempo nella mia prima pagina c’è l’editore tedesco Axel Springer, gigante dei periodici in Europa, proprietario in Germania dei maggiori quotidiani. E apripista del digitale.

Segnalo un’interessantissima intervista all’amministratore delegato del Gruppo uscita sabato su Milano Finanza. Bel colpo. La sostanza dell’articolo, intitolato «Il meglio deve venire», è già stata esposta con anticipo e in modo ampio in queste pagine: Axel fa il 40% dei ricavi con il digitale. È dunque il primo ad aver trovato una strada nel digitale che porti a risultati economici di rilievo. E ad avere individuato il tanto inseguito modello economico del digitale: un equilibrio tra costi sostenuti e ricavi.

Ma c’è dell’altro. A livello di definizioni, linguaggio, formule: scolpiscono concetti. E allora faccio una sintesi dei passaggi di maggior rilievo per un giornalista italiano.

SIATE CANNIBALI

1) La strategia di digitalizzazione della società è stata adottata con largo anticipo sulla concorrenza: già dal 2002. Nel 2004 solo il 4% dei ricavi proveniva dal digitale. Il Ceo di Axel Springer spiega che le aziende che non entrano con decisione nel digitale per timore di cannibalizzare il proprio business hanno perso in partenza: qualcuno lo farà al loro posto. Cannibalizzare significa che il digitale ruba lettori alla carta, mettendo in crisi il sistema.

BASTA DIVISIONI

2) Da subito è stata abbattuta la divisione tra carta e digitale. Ogni giornalista, ogni agente di pubblicità è responsabile di entrambi. Vedere nelle due facce un conflitto ha effetti nefasti. Perché esclude qualcuno dal processo di cambiamento. Perché la divisione diventa una cosa astratta. E fa credere a qualcuno che il suo business sia la carta.

QUALITÀ

3) La carta resterà importante. Ma non ha senso concentrarsi sul mezzo. Entro 5 anni la questione non interesserà più nessuno. La differenza è fatta dal contenuto e dalla qualità del giornalismo. Questo è il prodotto che nessuno può far meglio di un editore con una lunga tradizione.

MODELLO DI BUSINESS

4) Ma la parte digitale delle testate è remunerativa? Una domanda che molti si pongono, anche in Italia, dove i principali siti d’informazione sono in passivo. Anche i siti delle testate cartacee probabilmente lo sono. Il Ceo di Axel Springer dice una cosa da annotare: i siti dei quotidiani nazionali della società, i più importanti del Paese, sono redditizi. Ma i brand minori, i più numerosi, non ancora. Il digitale è un mercato piccolo e in crescita.

NIENTE SARÀ FREE

5) Il giornalismo di qualità sarà a pagamento. Gli editori hanno commesso negli anni passati l’errore di offrire contenuti gratuitamente. In futuro solo il giornalismo di bassa qualità lo sarà.

Per chi ne volesse sapere di più:

Come si diventa il primo editore digitale europeo.

Grandi editori al bivio: su Axel Springer che vende i quotidiani regionali e alcuni periodici.

L’editore tedesco che ha scoperto come superare la crisi.

L’editore tedesco dove il digitale supera la carta.

Futuro dei Periodici

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

One thought on “La Formula di Axel Springer: Carta e Digitale Insieme

  1. Alessandro75 scrive:

    questo si che ha l’occhio lungo mentre al forum di Roma… gli editori nostrani hanno detto solo belle parole o che restano ancorati al cartaceo… “in paper we trust”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...