Guida da Campo per Giornalisti Smarriti

E se a dirti come vanno davvero le cose, senza nascondere nulla, fosse chi ti dà il lavoro? Succede in un grande gruppo editoriale americano, il secondo del paese con 75 quotidiani. Qui l’amministratore delegato ha scritto ai dipendenti. Per spiegare due cose. La prima è l’ammissione di un errore, una cosa molto tecnica (che non mi interessa): elimineremo l’accesso a pagamento ai siti dei giornali. La seconda molto più importante: la condivisione delle strategie della società. E di tutte le incertezze e le preoccupazioni sul futuro della carta stampata. Una testimonianza del momento

Il post di John Paton, alla guida di Digital First, è stato ripreso a più non posso su Twitter. E sui siti d’informazione.

Egli dice.

Il viaggio dalla carta stampata al digitale sarà lungo. E siamo ancora nella prima parte, quella in salita.

I dollari che si guadagnavano nella carta si sono trasformati in centesimi nel digitale: lo stesso prodotto viene pagato molto meno. Ma i costi che dobbiamo sostenere per andare avanti sono ancora in dollari.

Ci attende dunque l’arduo compito di gestire un business che ha un piede nel passato, l’altro nel futuro. Uno è la carta, che vive un rapido declino. L’altro è il digitale, che potrebbe portare ricavi ancora tutti da verificare. Sono una promessa.

Per società come la nostra il futuro consiste nel vendere una varietà di prodotti multipiattaforma: giornalistici, pubblicitari, di marketing.

In questo percorso noi abbiamo commesso un errore: abbiamo adottato per i siti dei nostri giornali il paywall. Il lettore paga per accedere ai contenuti. Ma questa strada è stata fallimentare. Per questo chiuderemo i paywall. Saranno sostituiti da abbonamenti all-access, che comprendono sia la copia cartacea sia la digitale.

Ma anche questa, dice il Ceo di Digital First, non è una strategia a lungo termine. Solo un modo per tamponare la crisi. Al più, una tattica a breve termine. Una tattica che, però, sarà utile.

“Se c’è qualcosa che abbiamo imparato in questi anni è che non esiste LA soluzione”.

Questa è una sintesi personale della lettera scritta dal Ceo di Digital First, John Paton, ai suoi dipendenti, pubblicata sul blog personale, aperto su WordPress.com.

Futuro dei Periodici

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...