La Condanna a Essere il Numero Uno

Piccola storia istruttiva. È come la storia di un piccolo quadro di poca importanza artistica collocato in una cappella minore di una grande chiesa. Ma quel che gli succede può riguardare altri.

È la storia della chiusura di una rivista B2B, business to business, per addetti ai lavori: Fire Chief, nata nel 1957, pubblicata a Chicago, letta da manager e capi dipartimento dei vigili del fuoco. Vien quasi da sorridere.

È stata sacrificata, insieme al sito web e alle pubblicazioni satellite, nonostante vendesse 47 mila copie (da 52 mila di qualche tempo fa), non poco per un titolo di nicchia. La ragione?

Non era più la prima nel suo settore, la testata leader, la numero uno. Era solo la numero due.

A decade ago, being number two in a category was not a bad thing, there likely to be many other titles below. But today, when advertisers have so many more choices, not being the king of the hill could mean that there are few ad pages to be had.

Dieci anni fa essere la numero due in una categoria non era male, anche perché più sotto in classifica c’erano molti altri titoli. Ma oggi, con gli inserzionisti che hanno di fronte molte scelte alternative (si allude a Internet), non essere i primi può significare che ci sono poche pagine di pubblicità da portare a casa.

Si va più a fondo con le spiegazioni. Perché qualche giornale continua a fare il pieno di pubblicità? Risponde il giornalista che ha riportato la notizia su Talking New Media.

The reason, a number of publishers h ave told me, is that they are able to become THE print buy in their category, with much of the other parts of the ad budget moving to digital.

La ragione, spiegano alcuni editori, è che loro sono capaci di diventare LA scelta sulla carta per la loro categoria editoriale, con tutto il resto del budget che viene speso nel digitale.

Il primo piglia tutto: è la vetrina scelta nella carta. Il resto va nel digitale.

Futuro dei Periodici

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...