Archivi tag: Osservatorio Stampa FCP

L’Estinzione della Pubblicità – Ottobre 2013

La pubblicità nella stampa è in profondo rosso. Da anni. Si può capire perché sia sotto esame il sistema che la raccoglie in quotidiani e periodici

Sono stati diffusi i dati sulla raccolta pubblicitaria dell’Osservatorio Stampa di Fcp.

Nei dieci mesi del 2013 la stampa ha perso il 22,2% del fatturato pubblicitario.

I periodici segnano -24,8% a fatturato rispetto al 2012.

L’anno scorso il calo dei periodici era stato del -16,4% rispetto al 2011.

L’anno prima del -2,2% rispetto al 2010.

L’anno prima del -6,7% rispetto al 2009.

L’anno prima del -30% rispetto al 2008.

Finito?

Futuro dei Periodici

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

La crisi della pubblicità: Publikompass, Prs, Visibilia e Guido Veneziani

Concessionarie di pubblicità che comprano giornali, altre che licenziano e si ridimensionano. Queste società che sono delle protagoniste dell’editoria stanno seguendo la strada dei giornali: acquisizioni, ristrutturazioni, ripensamento del business.

(Aggiornamento: sono usciti i dati sulla racconta pubblicitaria nei giornali nei primi 8 mesi del 2013. I quotidiani fanno, a fatturato, -22,4%, i periodici -25,3).

Vi siete chiesti perché una concessionaria di pubblicità compra le riviste di RCS? Perché Visibilia di Daniela Santanchè fa offerte per lo stesso pacchetto di giornali e poi si consola provando a comprare i giornali di Guido Veneziani e una rivista specializzata chiusa da Mondadori? E perché Publikompass, leader in Italia su carta e web, annuncia la chiusura di sedi e la mobilità di oltre 80 agenti?

Domande che si fanno i giornalisti. Si accorgono che la tempesta dell’editoria ha investito non solo le loro testate, comportando dal 2008 a oggi centinaia di pensionamenti e licenziamenti, ma anche il mondo contiguo della pubblicità. Per questo me ne occupo.

Leggendo in giro, e parlandone con un lettore di questo blog che conosce bene questo mondo (grazie del confronto!), mi sono fatto queste idee, tutte suscettibili di aggiustamenti.

1) La pubblicità, come sappiamo, è in crisi tanto quanto se non più dei giornali. Il calo degli investimenti è stato, dal 2008 a tutto il 2012, solo nei periodici, pari a quasi 500 milioni di euro. Nel 2008 gli investimenti di pubblicità nei magazine erano 1.149 milioni, nel 2012 sono stati 650 milioni, nel 2017 si prevede possano essere 524 milioni di euro.
Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

2012, anno orribile per la pubblicità sui periodici

Nel 2012 crollo della pubblicità nei periodici.

Sono i dati di Osservatorio Stampa FCP sull’intero 2012 a consegnare una fotografia che, bisogna ammetterlo, era ormai prevista. Il fatturato della pubblicità nella carta stampata è sceso del 17,7%.

Peggio di tutti fa la free press, i quotidiani gratuiti distribuiti nelle metropolitane. Preoccupano di più i dati dei periodici, settore che dà lavoro a migliaia di giornalisti e non.

Rispetto al 2011 i periodici registrano un calo del 18% nei fatturati e del 13,9% negli spazi occupati sui giornali. I settimanali fanno, rispettivamente, – 20,4% e -12,2%; i mensili -15,3% a fatturato e negli spazi -16%.

La notizia che ha gelato tutti nelle redazioni, diffusa qualche giorno fa, riguarda la raccolta su Internet. Perfino nel digitale i mesi di novembre e dicembre hanno avuto una flessione.

primaonline: la pubblicità su carta stampata nel 2012.

logo_Prima_reasonably_small

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,
Annunci